Se sei una persona anziana

Che tu abbia sempre avuto una vita attiva e fatta di sport negli anni passati oppure non abbia fatto granchè in gioventù, ahimè gli anni ci sono comunque e presentano il conto: potrebbero essere fastidi legati alla prolungata attività fisica o patologie correlate a lavori sedentari ed alle numerose primavere.

Ho lavorato in passato, e continuo tutt’ora, con persone reduci da ictus e con gruppi affetti da Morbo di Parkinson: il fatto di avere patologie degenerative o, in alcuni casi, fortemente limitanti non deve essere una ragione per chiudersi in se stessi, innescando un circolo vizioso dove lo spazio vitale entro cui ci si “muove” va via via restringendosi sempre di più proprio a causa di una minore autonomia motoria. Ovvero: meno mi muovo perché ho dolori (o non riesco più molto bene, ho paura di cadere, mi pare che il corpo non risponda come dovrebbe) meno mi muoverò; non è stando fermi che la situazione cambia.

Posso mostrarti esercizi adatti e lavori utili per migliorare o mantenere una buona condizione fisica o seguirti nel non breve cammino verso una riabilitazione dopo una caduta, una lunga permanenza a letto o una perdita di funzione di una parte del corpo.

Bisogna aggiungere vita agli anni e non anni alla vita!

Faccio al caso tuo?

Qui di seguito ti elenco qualche semplice considerazione, se ti troverai d’accordo con almeno due di esse, beh, dovrai ammettere che, probabilmente, ho ragione

ESERCIZI CORRETTI: non metto in dubbio che tu sia in grado di allenarti da solo, ma solamente il rapporto 1:1 ti dà la garanzia di eseguire in modo corretto il lavoro. Non vorrai mica farti male cercando di stare meglio?! Ti ricordo poi che, essendo una pignola e rompiscatole, non aspetto certo la seduta successiva per vedere o chiederti come stai: il cellulare è un’arma potentissima grazie al quale posso monitorarti anche quando non siamo insieme e che mi aiuta per la pianificazione della seduta successiva!

ESERCIZI SICURI: proprio perché strettamente controllati e collegati a giusti recuperi gli esercizi porteranno beneficio e non ulteriore disagio.

TUTTI TRAGGONO BENEFICIO DA UN TRAINER: essere in grado di fare un esercizio in autonomia non è sufficiente per sostenere che la presenza di un trainer sia inutile. Gli atleti top al mondo hanno i propri trainer e/o preparatori atletici, persone del mondo dello spettacolo o del cinema si fanno seguire da dei personal…vuoi dirmi che sei meglio di Usain Bolt? O forse credi alla favola del metabolismo veloce?

SONO PEGGIO DI TE: ovvero ti faccio uscire dalla tua zona di comfort stando comunque (e sempre) entro i tuoi limiti. Nessuno esce dalla propria “zona comoda” da solo: ti piego ma non ti spezzo!

OTTIMIZZO IL TUO TEMPO: un’ora di lavoro è un’ora di lavoro e nell’orario che ti è più confacente.

Ti ho convinto? Compila il modulo qui sotto per contattarmi.

Sono qui per te!

Scrivimi in qualunque momento, sarò felice di rispondere alle tue domande.

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali